Mercati di Riferimento Materiali e Oggetti a Contatto con Alimenti MOCA Cover

Home » Mercati di Riferimento » Servizi per le Aziende Settore Materiali e Oggetti a Contatto con Alimenti – MOCA

Mercati di Riferimento

Materiali e Oggetti a Contatto con Alimenti – MOCA

AQM Mercati di Riferimento MOCA Icona

La filiera dei materiali e oggetti a contatto con alimenti, comunemente noti anche con l’acronimo MOCA (materiali metallici, materiali plastici, granuli o colle, vernici, coils, banda stagnata, legno, vetro, ecc.) destinati alla realizzazione d’imballaggi, pentole, utensili, stoviglie, macchine industriali, ecc. è stata sottoposta nel tempo ad un profilo legislativo decisamente complesso. Per rendere un oggetto idoneo al contatto con alimenti e, quindi, sicuro per il consumatore, sono state emanate da oltre dieci anni diverse disposizioni di legge a livello Europeo ma anche importanti leggi nazionali correlate alla necessità di assicurare un’adeguata “sicurezza del prodotto”. Più in generale ed a livello anche mondiale, esistono diversi schemi normativi e legislativi, in continua evoluzione, che mirano a garantire un monitoraggio adeguato a misure di sicurezza coerenti, in una logica di filiera continua “dalla fattoria alla tavola”.

Il principio del Regolamento Europeo 1935/04/CE (direttamente applicabile negli stati membri europei, senza necessità di recepimento) è che i materiali o gli oggetti destinati a venire a contatto, direttamente o indirettamente, con i prodotti alimentari devono essere sufficientemente inerti da escludere il trasferimento di sostanze agli alimenti in quantità tali da mettere in pericolo la salute umana. Ciò presuppone possano essere utilizzati solo materiali inseriti in apposite liste su cui debbano essere eseguiti periodicamente test di migrazione al fine di garantire la mancata contaminazione dell’alimento posto a contatto.

Una adeguata etichettatura dovrebbe permettere anche al consumatore finale di poter valutare la conformità del prodotto, mentre la dichiarazione di conformità emessa sotto la responsabilità del produttore, sostenuta da opportuna documentazione probante, deve essere a disposizione delle autorità richiedenti in caso di controllo e presuppone la responsabilità a catena lungo tutta la filiera.

E’, dunque, evidente come debba essere tenuto sotto controllo il processo, tramite l’adozione di Buone Pratiche di Produzione – GMP (Good Manufacturing Practice) secondo il regolamento 2023/06/CE, che garantiscano un corretto sistema di tracciabilità dei materiali e una adeguata valutazione dei rischi tramite un opportuno sistema di assicurazione qualità documentato, monitorato ed efficace, in modo da garantire la conformità del prodotto.

Il Regolamento 2023 non obbliga all’adozione di un sistema qualità conforme alla norma ISO 9001, ma, poiché molte aziende già hanno un sistema di gestione certificato, è importante verificare come integrare i requisiti del regolamento 2023/06/CE con quelli della nuova edizione della ISO 9001:2015 affinché, tramite un monitoraggio costante ed una gestione unica delle registrazioni e della documentazione prevista, possa essere ottimizzato il processo e garantita l’adeguatezza ed il continuo aggiornamento del sistema.

Una integrazione delle GMP nel sistema di gestione porta sicuramente benefici in termini di minor costo, consapevole gestione del rischio e consapevolezza aziendale diffusa.

La legge quadro obbligatoria è stata infine completata con l’aggiornamento dell’apparato sanzionatorio, mediante l’emanazione del DL. 10 febbraio 2017, N. 29, entrato in vigore dal 02 aprile 2017, che prevede un forte inasprimento delle sanzioni e intensificazione dei controlli ufficiali.

Di particolare importanza, nella gestione delle attività del mondo MOCA è divenuta la figura obbligatoria del “business operator”, che deve essere opportunamente formata in tutte le aziende che producono, ma anche che distribuiscono o importano articoli destinati al contatto con alimenti.

Qualificazione dei processi e degli operatori, prove, controlli e collaudi di materiali e prodotti, controlli non distruttivi, miglioramento e qualificazione dei prodotti e processi produttivi, verifiche su rivestimenti e coatings, su saldature e giunzioni, attività di expediting con ispettori di prodotto e processo per la verifica dell’avanzamento commesse, sono i target AQM per le imprese del settore, perseguiti mediante le attività di testing, calibration, training e consulting, estese e specifiche.

A queste attività operative, funzionali alla validazione dei prodotti, si associano le competenze in ambito failure analisys per la comprensione delle anomalie di servizio su prodotti ed impianti e la ricerca e sviluppo di soluzioni innovative.

MOCA: Materiali ed Oggetti destinati al Contatto con gli Alimenti

Perché AQM è un Partner Affidabile

I Business Operator di AQM, parti attive di commissioni e tavoli di lavoro tecnici per lo sviluppo di linee guida specifiche, mettono a disposizione la loro esperienza pluriennale nelle attività di testing dei prodotti, per la formazione e la consulenza specifica nel settore.

L’esperienza di decenni maturata sullo studio dei materiali e dei processi tecnologici di lavorazione e trattamento rendono Aqm un interlocutore capace e professionalmente multidisciplinare per affrontare con efficacia le complesse esigenze legate al settore.

La presenza dei laboratori di prova avanzati ed accreditati, di personale certificato e di un network di esperti del settore completa le potenzialità del Centro.

Analisi e Test di Conformità

 Con riferimento al Regolamento quadro – Reg. (CE) 1935/2004):

  • verifica idoneità al contatto con gli alimenti secondo normative nazionali ed internazionali;
  • determinazione di migrazione globale e migrazione specifica del cromo trivalente, nichel e manganese in simulanti alimentari;
  • classificazione AISI dell’acciaio e valutazione della corretta appartenenza alle liste positive autorizzate;
  • determinazione della composizione chimica della lega di alluminio;
  • failure analysis per la risoluzione di anomalie e casi di cedimento su prodotti;
  • analisi e prove di caratterizzazione e qualificazione sui materiali e prodotti non metallici;
  • definizione di cicli di prova specifici per prodotti fuori standard o particolari.

Consulenza

Assistenza per:

  • l’elaborazione delle dichiarazioni di conformità e della documentazione a supporto;
  • l’elaborazione delle buone pratiche di fabbricazione dei materiali e degli oggetti destinati a venire a contatto con prodotti alimentari (GMP) e loro integrazione in un sistema di gestione qualità ISO 9001:2015 (Regolamento 2023/2006/CE);
  • la verifica documentale e AUDIT produttore e fornitori;
  • la gestione delle non conformità e per il miglioramento del prodotto e del processo;
  • la gestione della conformità al contatto con alimenti e per l’apposizione della marcatura CE sui macchinari e attrezzature;
  • Risk assesment;
  • Stesura di manuali di autocontrollo (HACCP);
  • Supporto alla definizione di procedure costruttive e di trattamento dei prodotti ed attrezzature finalizzate alla realizzazione di prodotti conformi alle disposizioni, sicuri e ottimizzati in termini di costi di produzione e controllo.

Formazione

  • Corsi per la comprensione dell’idoneità alimentare dei materiali a contatto con gli Alimenti: adempimenti e procedure secondo gli standard di riferimento;
  • Corsi sulle caratteristiche e test dei materiali (acciaio, alluminio, plastiche, carta, ecc.);
  • Corsi per l’emissione delle dichiarazioni di conformità;
  • Corsi mono e pluriaziendali sulle buone pratiche di fabbricazione (GMP) integrate in un sistema di gestione qualità ISO 9001:2015.

Iscriviti alla NostraNewsletter

Inserisci i tuoi dati per rimanere sempre aggiornato sulle ultime novità di AQM.

Settore

Trattamento dei Dati

Grazie di esserti iscritto, controlla la tua email per il messaggio di conferma.

Pin It on Pinterest