Prodotti Editoriali CEI

NORMA CEI 20-66 - CAVI ENERGIA CON ISOLAMENTO ESTRUSO E LORO ACCESSORI PER TENSIONI NOMINALI SUPERIORI A 36 kV (Um = 42 kV) FINO A 150 kV (Um = 170 kV)

La presente Norma specifica requisiti e metodi di prova per sistemi di cavi energia, cavi e accessori per installazioni fisse aventi tensione nominale, U, superiore a 36 kV (Um = 42 kV) fino a 150 kV (Um = 170 kV) compreso.
In base al progetto ed alle condizioni del sistema, nelle sezioni particolari possono essere richieste altre prescrizioni o prove addizionali o un minor numero di prove da quelle descritte nella Parte 1.
Ciascuna di queste sezioni è composta da:
1) una classificazione completa che illustra come le sezioni particolari concordano o deviano da ciascun articolo della Parte 1; oppure 2) una classificazione ridotta che illustra solo quei punti in cui la sezione particolare devia dalla Parte 1.
Le prescrizioni di prova si applicano ai cavi unipolari, ai cavi tripolari con anime separate ed ai loro accessori, per le normali condizioni di installazione e funzionamento, ma non ai cavi speciali ed ai loro accessori come quelli progettati per i cavi sottomarini, per i quali possono essere necessarie modifiche delle prove normali o possono essere previste speciali condizioni di prova.
La presente Norma non copre giunti di transizione tra cavi con isolamento estruso e cavi isolati in carta.
La Norma in oggetto sostituisce completamente la Norma CEI 20-66:2010-02 che rimane applicabile fino al 27-06-2019.
Questa Norma viene pubblicata dal CEI in una prima fase nella sola lingua inglese, per consentirne l'immediato utilizzo da parte degli utenti interessati, nel rispetto della data di pubblicazione fissata dagli Enti Normatori internazionali.
Successivamente il CEI pubblicherà, in un nuovo fascicolo, la versione solo italiana; tale versione avrà la stessa validità della presente.

€ 285.00 + IVA

Per ulteriori informazioni contattare veramattei@aqm.it oppure al numero 030 9291700

 

NORMA CEI EN 62752 (CT 23-137) - DISPOSITIVO DI PROTEZIONE E CONTROLLO INTEGRATO SUL CAVO PERLA RICARICA IN MODO 2 DEI VEICOLI ELETTRICI (IC-CPD)

La presente Norma si applica ai dispositivi di protezione ed al controllo integrato sul cavo per il modo di ricarica 2 dei veicoli elettrici, di seguito denominati IC-CPD, incluse le funzioni di controllo e di sicurezza.
La presente Norma si applica ai dispositivi portatili che svolgono simultaneamente le funzioni di rilevamento della corrente residua allorquando, per confronto, il valore della stessa corrente differenziale supera il valore operativo residuo e di apertura del circuito di protezione. Gli IC-CPD trattati dalla presente Norma sono destinati ad essere utilizzati nei sistemi di distribuzione dell'energia elettrica classificati TN e TT, nonché, limitatamente, nei sistemi classificati IT. Essi sono destinati all'utilizzo nei circuiti in corrente alternata monofase, con tensione nominale non superiore a 250 V, e nei circuiti in corrente alternata multifase con tensione nominale non superiore a 480 V. La corrente nominale massima è di 32 A e i valori delle frequenze preferenziali sono di 50 Hz, 60 Hz oppure 50/60 Hz. Correnti differenziali con frequenze differenti da quella nominale e specifiche situazioni ambientali sono anch'esse considerate dalla presente Norma.
La Norma in oggetto supera parzialmente la Norma CEI EN 61851-1-2012-05 (CEI 69-7), che tuttavia rimane in vigore in quanto superata parzialmente solo per gli aspetti legati ai requisiti relativi agli IC-CPD per il modo di ricarica 2 dei veicoli elettrici.
La presente Norma riporta la traduzione completa della EN 62752; la versione inglese è riportata nel fascicolo 15358E di febbraio 2017.

€ 250.00 + IVA

Per ulteriori informazioni contattare veramattei@aqm.it oppure al numero 030 9291700

 

NORMA CEI TS 13-82 - SISTEMI DI M ISURA DELL'ENERGIA ELETTRICA - COMUNICAZIONE CON I DISPOSITIVI UTENTE. PARTE 1: CASI D'USO

Con la deliberazione 87/2016/R/EEL l'Autorità per l'Energia Elettrica il Gas e il Sistema Idrico (AEEGSI) ha affidato al Comitato Elettrotecnico Italiano (CEI) la definizione di un protocollo standard per la comunicazione tra misuratore intelligente di energia elettrica di seconda generazione (2G) e dispositivi del cliente finale in condizioni di interoperabilità, al fine di abilitare nuove opportunità e servizi correlati alla consapevolezza dei consumi ed all'efficienza energetica, quali ad esempio nuove forme di offerta, la modulazione del carico e l'automazione domestica.
Il presente documento costituisce la Parte 1 "Casi d'uso" della serie di Specifiche Tecniche (TS) aventi come obiettivo la definizione del suddetto protocollo standard. I casi d'uso descrivono i requisiti funzionali del cliente finale e, in analogia con il lavoro svolto sullo Smart Metering a livello europeo ed in altre esperienze nazionali, costituiscono la base comune di riferimento per ogni possibile soluzione tecnica di comunicazione.
Per ciascuno dei casi d'uso sono pure elencati i dati necessari, che il protocollo è chiamato a gestire. Sono inoltre indicati i requisiti relativi alle classi di prestazioni che tengono conto delle periodicità di scambio dei dati, delle latenze e dei tempi di risposta, insieme all'eventuale causa scatenante.

€ 85.00 + IVA

Per ulteriori informazioni contattare veramattei@aqm.it oppure al numero 030 9291700

 

NORMA CEI TR 310-2 - APPARATI DI UTENTE PER LA COMUNICAZIONE POWER LINE NELLA BANDA C DEL CENELEC (125 kHz-140 kHz) IN AMBIENTE DOMESTICO

Scopo di questo TR è di identificare le metodologie di prova e identificare i parametri minimali per gli apparati che utilizzano la tecnologia Power Line Communication/PLC con modulazione BPSK/QPSK codificata in banda C CENELEC (125 kHz - 140 kHz) ai fini della comunicazione tra contatori elettronici di seconda generazione per la misura dell'energia elettrica (nel seguito denominati misuratori intelligenti 2G) e i dispositivi utente.
Va sottolineato che il presente TR è il risultato di un lavoro di sintesi, svolto da membri esperti del Comitato Tecnico CT 310 del CEI, che deriva e tiene conto da un lato della conoscenza tecnica specifica, presente all'interno del suddetto Comitato in materia di documenti normativi e dall'altro dall'esperienza acquisita nell'esecuzione dei tipici test di conformità di laboratorio per la verifica delle principali caratteristiche trasmissive dei dispositivi PLC.

ATTENZIONE: La Norma contiene immagini e testo che, per una migliore lettura del contenuto, richiedono la stampa a colori.

€ 25.00 + IVA

Per ulteriori informazioni contattare veramattei@aqm.it oppure al numero 030 9291700

 

NORMA CEI EN 60825-1 (CT 76-2) - SICUREZZA DEI PRODOTTI LASER. PARTE 1: CLASSIFICAZIONE DEGLI APPARECCHI E REQUISITI

Questa Norma si applica alla sicurezza dei prodotti che emettono radiazioni laser nel campo delle lunghezze d'onda comprese tra 180 nm e 1 mm. Un prodotto laser può essere composto da un solo laser, con o senza un dispositivo di alimentazione separato, oppure può incorporare uno o più laser a formare un sistema ottico, elettrico o meccanico complesso. I prodotti laser sono tipicamente utilizzati per la dimostrazione di fenomeni fisici e ottici, per la lavorazione dei materiali, per la lettura e la registrazione dei dati, per la trasmissione e la visualizzazione delle informazioni, ecc. Questi sistemi hanno trovato applicazione nell'industria, nel commercio, nello spettacolo, nella ricerca, nell'insegnamento, nella medicina e nei beni di consumo.
Gli obiettivi di questa Norma sono:
- introdurre un sistema di classificazione per i laser e i prodotti laser che emettono una radiazione nella gamma delle lunghezze d'onda compresa tra 180 nm e 1 mm, secondo il loro grado di pericolo da radiazione ottica, allo scopo di facilitare la valutazione dei pericoli e la determinazione delle misure di controllo da parte dell'utilizzatore;
- definire i requisiti per il costruttore allo scopo di fornire informazioni tali da permettere l'adozione di adeguate precauzioni;
- assicurare alle persone, per mezzo di targhette e istruzioni, avvertenze adeguate contro i pericoli associati alla radiazione accessibile emessa dai prodotti laser;
- ridurre la possibilità di danni, riducendo al minimo la radiazione accessibile non necessaria e offrire un migliore controllo dei pericoli connessi alla radiazione laser per mezzo di procedure di protezione.
Le modifiche tecniche più significative di questa nuova edizione rispetto alla precedente sono le seguenti:
- è stata introdotta una nuova classe 1C;
- è stata eliminata la condizione di misura 2;
- la classificazione dell'emissione dei prodotti laser al di sotto di un certo livello di radianza, previsti per essere utilizzati in sostituzione delle sorgenti luminose convenzionali, può eventualmente essere basata sulla serie EN/IEC 62471;
- i limiti di emissione accessibili (LEA) per le classi 1, 1M, 2, 2M e 3R delle sorgenti a impulsi, in particolare le sorgenti a impulsi estese, sono stati aggiornati per tener conto dell'ultima revisione della guida ICNIRP sui limiti di esposizione.
La Norma in oggetto sostituisce completamente la Norma CEI EN 60825-1:2009-07.
La presente Norma riporta la traduzione completa della EN 60825-1; la versione inglese è riportata nel fascicolo 14497E di dicembre 2015.

ATTENZIONE: La Norma contiene immagini e testo che, per una migliore lettura del contenuto, richiedono la stampa a colori.

€ 223.00 + IVA

Per ulteriori informazioni contattare veramattei@aqm.it oppure al numero 030 9291700

 

NORMA CEI 46-136; V1 - GUIDA ALLE NORME PER LA SCELTA E LA POSA DEI CAVI PER IMPIANTI DI COMUNICAZIONE

Il documento riguarda la Variante alla Guida CEI 46-136 "Guida alle Norme per la scelta e la posa dei cavi per impianti di comunicazione", relativamente al suo Capitolo 6 "Comportamento al fuoco dei cavi di comunicazione", ai fini della scelta dei cavi destinati ad essere incorporati in modo permanente in opere di costruzione o in parti di esse, così come definite all'articolo 2 comma 3 del Regolamento UE 305/2011. In particolare tale Capitolo contiene indicazioni sulle classi di reazione al fuoco per le varie tipologie di cavo, coerentemente con i contenuti della Norma CEI UNEL 35016. Tali indicazioni si riferiscono all'attuale stato dell'arte dei cavi e non sono comunque esaustive rispetto alla loro evoluzione tecnologica.

€ 15.00 + IVA

Per ulteriori informazioni contattare veramattei@aqm.it oppure al numero 030 9291700

 

NUOVA NORMA CEI 64-8;V4

È disponibile e in vigore dal 1 giugno 2017 la nuova Norma CEI 64-8;V4 “Impianti elettrici utilizzatori a tensione nominale non superiore a 1.000 V in corrente alternata e 1.500 V in corrente continua”, che aggiorna la Norma CEI 64-8 alle disposizioni del Regolamento Prodotti da Costruzione UE 305/2011.

La Variante 4 riguarda infatti la scelta dei cavi elettrici destinati ad essere incorporati in modo permanente in opere di costruzione o in parti di esse, così come definito all’articolo 2, comma 3, del Regolamento citato.

La Norma CEI 64-8;V4 è destinata a sostituire e/o integrare gli articoli 527.1 “Precauzioni da prendere all’interno di un ambiente chiuso”, 751.04.2.8 “Requisiti delle condutture per evitare la propagazione dell’incendio” e 751.04.3 “Prescrizioni aggiuntive per gli ambienti di cui in 751.03.2” della Norma CEI 64-8:2012, con validità in parallelo fino al 31 dicembre 2017.

Per la validità in parallelo è necessario fare riferimento alla nota indicata nella Variante, che recita: “Secondo il principio giuridico per il quale si applica la norma tecnica vigente al momento della presentazione delle istanze dei titoli autorizzativi e/o dei progetti redatti o di inizio dei lavori di cui in ogni caso si possa avere data certa, antecedente al 1° luglio 2017, i relativi impianti possono essere realizzati e/o completati in conformità alle norme tecniche vigenti prima della data di validità della presente Variante”.

La Norma CEI 64-8;V4 è disponibile sia in versione cartacea sia elettronica, al prezzo di copertina di € 12,00.

Per ulteriori informazioni contattare veramattei@aqm.it oppure al numero 030 9291700

 

NORMA CEI 64-8 PER IMPIANTI ELETTRICI UTILIZZATORI

Criteri di applicabilità. Prescrizioni di progettazione ed esecuzione. Decreto Ministeriale 22 gennaio 2008, n.37

Data di pubblicazione: 01 Jul 2012
 

€ 75.00 + IVA

Per ulteriori informazioni contattare veramattei@aqm.it oppure al numero 030 9291700

 

IMPIANTI E COSTRUZIONI ELETTRICHE

 
 
€ 60,00 + IVA
 

Il volume si presenta come un pratico ed esaustivo ausilio nello studio di impianti, macchine e componenti elettrici nelle applicazioni, allo scopo di ridurre il gap che spesso viene messo in evidenza tra la conoscenza teorica e l'attività professionale. Fornisce i riferimenti normativi alla regola dell'arte e propone molte pratiche soluzioni e utili approfondimenti.

Conoscere e applicare correttamente le Norme CEI costituisce il fondamento imprescindibile per il conseguimento della presunzione di conformità alla "regola dell'arte" così come richiesto dalla legislazione italiana per i prodotti elettrici ed elettronici di competenza del CEI (Legge n.186/1968).

Il volume si inserisce a pieno titolo tra le attività del CEI finalizzate alla formazione e all'aggiornamento di consulenti, progettisti e installatori di oggi e di domani, contribuendo alla crescita e al mantenimento di un ruolo all'avanguardia del nostro Paese.

Questo volume è destinato principalmente ai consulenti, ai progettisti ed agli installatori, ma si presta anche a livello accademico e tecnico-superiore come compendio ai libri di testo con l'obiettivo di fornire per i vari argomenti di studio riferimenti normativi e pratici allo stato dell'arte oltre che utili approfondimenti.

Il testo è strutturato su diversi livelli caratterizzati graficamente che permettono letture e ricerche con vari gradi di approfondimento.

Per ulteriori informazioni contattare veramattei@aqm.it oppure al numero 030 9291700