Radiografia e radioscopia industriale

Principio del metodo
Il principio si basa sulla variazione di attenuazione che le radiazioni elettromagnetiche, nel caso in oggetto raggi X, subiscono quando incontrano un difetto nel loro percorso attraverso il materiale.
 
Applicazione
Metodo d'indagine non distruttivo per il rilievo di difetti interni. Il campo applicativo della radiografia è molto vasto ed include il controllo di saldature (a piena penetrazione), getti in ghisa, getti in acciaio, getti in alluminio, materiali compositi, materie plastiche etc.
 
Tecniche d'esame
Numerose sono le tecniche d'esame del metodo radiografico. La scelta dipende da numerosi fattori, fra cui i principali sono: il tipo di materiale (alluminio, acciaio, ghisa, rame, titanio etc.), la sua forma, il luogo dove si deve eseguire il controllo (in sede, per pezzi di piccole dimensioni o se le condizioni di sicurezza lo permettono presso il cliente) e lo spessore in gioco.
 
Limiti
Il principale limite d'applicazione del metodo radiografico riguarda lo spessore del pezzo da controllare, in quanto con le apparecchiature in nostra dotazione il massimo spessore di acciaio radiografabile è dell'ordine di 50¸60 mm; inoltre i difetti bidimensionali come le cricche possono non essere rilevati se il loro orientamento rispetto all'asse del cono radiante è inclinato e quindi si ricorre ad altri metodi non distruttivi.
 
Informazioni per poter sviluppare un'offerta
 
Le informazioni utili sono :
  • tipo di prodotto da controllare (saldatura, getto, fucinato, etc.)
  • materiale da controllare (acciaio, ghisa, alluminio etc.)
  • spessore da attraversare
  • geometrie del pezzo, se possibile disegno di costruzione
  • accessibilità e ubicazione
  • quantitativo da controllare, o sviluppo nel caso di giunti saldati
  • controllo da eseguire in sede o presso il cliente (da valutare)
  • specifica di controllo se richiesta
  • accettabilità se richiesta

 

Tecnica di indagine accreditata ACCREDIA secondo la norma UNI CEI EN ISO/IEC 17025.

Norme/Metodi di prova accreditati: ASME V art.2:2013 - UNI EN ISO 17636-1:2013 — UNI EN ISO 5579:2014 per METALLI - FUCINATI IN ACCIAIO - RIVESTIMENTI METALLICI - GIUNTI SALDATI - PRODOTTI METALLICI.